La simulazione 3D ha permesso a De’Longhi di individuare eventuali anomalie o difetti del componente, prima ancora che questo venga stampato.

Guarda l’intervista a Stefano Quaresimin, Virtual Analysis Engineer, De’Longhi Italia.